Articoli

Buongiorno a tutti Amici! In questo lungo periodo di reclusione sono lieta di informare tutti che, dopo parecchi anni, sono riuscita a racchiudere tutti i miei Tutorial, le mie guide artistiche, i piccoli manuali scritti su come dipingere Pop Art, sparsi e mai completati sul sito, in un unico libro che potete trovare sia in digitale, formato Kindle, che cartaceo su Amazon!

Finalmente ho potuto aggiornare, ampliare, completare la guida passo passo di come imparare a dipingere Pop Art che vi possa dare un quadro chiaro di come iniziare a dipingere, modificare con software digitali le foto, trasferirle su tela disegnando e con quali metodi, fotografare le opere e vendere online!

Instant Pop Art eBook è Gratis per chi ha Amazon Kindle Unlimited!

Se non hai Kindle Unlimited puoi attivarlo gratis per ben 2 mesi direttamente cliccando qui!

Dal momento che lo attivi lo potrai disattivare quando vuoi e potrai comunque continuare a leggere tutti i titoli di libri che avrai scaricato nel periodo in cui lo hai avuto (massimo 10 titoli contemporaneamente)

Contenuto del libro INSTANT POP ART! Come dipingere Pop Art, da come disegnare su tela, ai materiali e la vendita delle opere d’arte online!

Nel libro Instant Pop Art troverai come imparare a dipingere e vendere quadri Pop Art con colori acrilici e ad olio in modo facile e senza stress! Ti accompagnerò per tutte le fasi, dalla scelta dei materiali artistici da acquistare a come disegnare e dipingere sulla tela fino a come fotografare le tue opere d’arte e promuoverle sul tuo sito web, social o su marketplace le tue opere d’Arte!

Ti guiderò anche a scegliere il giusto prezzo per i tuoi quadri Pop Art ad imballare i tuoi quadri e troverai guide digitali per come progettare le tue opere d’arte contemporanea con tutorial di software come Photoshop e Illustrator!

Sunto dell’indice degli argomenti trattati nel libro eBook INSTANT POP ART

  • Primi passi da seguire per imparare a dipingere Pop Art.
  • Materiali di base da acquistare ed utilizzare per dipingere Pop Art.
  • Come disegnare con la matita e trasferire il disegno su tela!
  • Trucchi, consigli, suggerimenti e segreti di un Artista che mai nessuno vi confiderà!
  • Tutorial come dipingere Pop Art non sarà più un segreto per te!
  • Lista di 10 Tutorial POP ART essenziali per trasformare le vostre fotografie, con Photoshop e Illustrator, in un quadro POP!
  • Come creare un ritratto Pop Art da una foto con Adobe Photoshop!
  • Come creare un ritratto Pop Art da una foto con Adobe Illustrator!
  • L’IMPORTANTISSIMA UNICA REGOLA PER DIPINGERE BENE!
  • Come essere un artista contemporaneo presente online!
  • Fasi finali, asciugatura, verniciatura, firmare i quadri si o no?
  • Come fare ottime foto ai quadri dipinti a mano che creerete.
  • Come firmare i vostri quadri e progettare un vostro marchio.
  • Come dare ai quadri che dipingerete il loro il giusto prezzo.
  • Informazioni fiscali di base per vendere online senza evadere le tasse.
  • Consigli sull’imballaggio e sulla spedizione.

Cosa ci si deve aspettare dal libro eBook INSTANT POP ART

Qualunque sia l’aspettativa che riponete in questo libro sappiate che ho messo tutta me stessa per darvi gli strumenti utili per iniziare a dipingere Pop Art: trucchi, consigli, procedure, liste, materiali necessari e suggerimenti. Questo è un libro che vi metterà nelle mani la tecnica ed i segreti ma sarà vostra l’opportunità di provare e divertirvi con l’arte ed imparare a dipingere Pop Art!

Pensate solo a quante combinazioni giocando con i colori, con le forme, con le dimensioni, con gli stili che compongono la corrente artistica della Pop Art e, pur mantenendo la medesima impronta stilistica, si possono ottenere decine di personalizzazioni creative con cui giocare e definire la propria arte! Questo libro è perfetto per chi desidera iniziare e non ha alcuna pretesa per chi ha intrapreso questo lavoro artistico già da un po’. Non servono conoscenze di base, non importa quali scuole avete frequentato, troverete qui tutto il necessario!

Buona Lettura!

“Si tratta di capire non solo le opere, ma il mondo e il tempo in cui viviamo, e di esserne uno specchio.” Keith Haring

Iscriviti alla Newsletter per le ultime novità!

Newsletter

Vi presento la mia ultima creazione artistica: il ritratto di Clint Eastwood con fondo rosso. Il quadro dipinto a mano in stile Pop Art è stato preceduto, come sovente, da una demo digitale. La sua realizzazione è stata eseguita con colori acrilici d’alta qualità su tela con telaio da galleria nella misura di 70x70cm.

Felicissimo autunno a tutti!!!!!

Nel mezzo di questa appena trascorsa estate piena di colori, sapori, emozioni e odori volevo dipingere qualcosa di nuovo… Così ho deciso di dipingere David Bowie, il Duca Bianco, in una tela 70×70 cm. Questo quadro pop art è ispirato alla copertina dell’album “Aladdin Sane” del 1973, sesto album del cantante britannico.

Vi mostro la galleria che ho creato con tantissimi selfie 😀

Opera d’Arte unica dipinta a mano su telaio di alta qualità con graffette posteriori. Il quadro è dipinto anche sui bordi ed è pronto da appendere!

Chissà… Magari lo vedrete presto in qualche asta pazza su Ebay!

Godetevi anche il Time Lapse dell’opera sul mio canale YouTube o su Facebook!

<3

Hola a todos! 😀

L’estate è ormai iniziata ma io sto ancora qua… Come ogni anno le ferie si faranno in differita rispetto al resto del mondo, quindi ho tanto tempo ancora per inventare, creare, disegnare, dipingere, progettare, ecc….

Ho dipinto questo quadro per una carissima amica appassionata d’arte cinematografica, incredibile regista essa stessa, che ha appena cambiato casa. Ero indecisa sulla creazione del quadro tra tre famosi registi: Paolo Sorrentino, Federico Fellini e Pietro Almodovar… Alla fine vinse Federico Fellini che qui potete vedere in versione Pop Art, ma solo perché lei mi attribuisce sempre l’appellativo di “Felliniana” 😀

 

Qui sotto potete guardare il video in Time Lapse, Speed Painting di quest’opera!

Buongiorno ragazzi!!!!

Purtroppo stamane sono stata svegliata dalla notizia della morte di Bud Spencer, l’idolo della mia infanzia anni ’80… Chi non è cresciuto a film Spaghetti Western, Bud Spencer e Terence Hill? Chi ha la mia età non può aver superato quegli anni senza quei film cult! Così ho pensato di fare una serie di dipinti moderni e quadri pop art dedicati alla coppia più indomabile degli Spaghetti Western!

Vi propongo una serie di DEMO sui quali sapete si possono fare tutte le personalizzazioni che desiderate!

Scrivetemi pure per maggiori informazioni!

Kiss <3

Buongiorno a tutti! Ecco un altro video di un bellissimo quadro raffigurante il ritratto di una Geisha in argento che ho dipinto qualche mese fa e di cui ho fatto un time lapse, comunemente chiamato nel mondo dell’arte speed paint e che equivale ad un video che mostra la completa realizzazione dell’opera d’arte in modo molto veloce. Hashtag #azzumailtimelapse

Time lapse, Speed painting quadro moderno ritratto di Geisha argento

Galleria quadro moderno dipinto a mano stile pop art e action painting Ritratto di Geisha in argento

!!!Nuovo Libro Instant Pop Art!!

Leggilo Gratis su Amazon con Kindle Unlimited attivabile da qui https://amzn.to/3bsGUMy

Buongiorno a tutti!!!
Ecco che continua la mia full immersion negli imballaggi di quadri, tele e opere d’arte di vario genere. Oggi voglio proprio parlarvi di un argomento che avevo appena accennato la settimana scorsa e che sta a cuore a moltissimi artisti che, come me, si ritrovano a dover spedire le loro opere…

Esiste l’imballaggio perfetto per il mio quadro?

Immagino che vi stiate ponendo proprio questa domanda, soprattuto per chi, come me, realizza spesso quadri fuori misura. Certo non é semplice, anche ove fosse possibile, trovare l’imballaggio già pronto e perfetto per quadri di 1 metro o 1 metro e mezzo…
Ma io ho la soluzione per voi! 😉
Basta acquistare dei fogli di cartone e non delle scatole già composte! Ordinarli è molto semplice in qualunque negozio di imballaggio online, basta scegliere la tipologia delle scatole di cartone che vi occorrono (cartone in fogli), che possono essere a un’onda o a due onde (la due onde la consiglio caldamente per tutti i vostri quadri perché é molto più resistente) e selezionare la misura che più vi aggrada. Personalmente opto sempre per quella più grande, più ne avanza e meglio é 😉

Come fare l’imballaggio perfetto per ogni quadro di grandi dimensioni?

Ebbene, qui casca l’asino direi 😉 cerco di tradurre la procedura ed allego la grafica di esempio di un 50×70 cm inserito in un foglio di 80×120, consideratela puramente illustrativa visto che é stata schizzata a mano libera 😀

come-imballare-quadri-per-spedire-sicuro-tutorial-imballaggio-azzumail

Il concetto sta nell’inserire il vostro quadro all’interno del foglio di cartone in modo che lo comprenda tutto (se ne avete bisogno unite due fogli di cartone) in modo tale che i bordi superiori combacino. Poi bisogna incidere il foglio di cartone con un cutter, aiutandosi con un righello, per quattro volte. La prima incisione dall’alto deve combaciare con la fine del quadro, la seconda con lo spessore, la terza con l’altezza del quadro (magari aiutatevi spostando la tela una volta finite le prime due incisioni) e l’ultima sempre per lo spessore… E ora?

Una sola mossa e l’imballaggio giusto per il mio quadro é fatto!

Adesso basta veramente poco, dopo che abbiamo inciso togliamo la tela e capovolgiamo il cartone, mettiamolo dalla parte in cui non presenta le incisioni e poniamo il quadro sempre con il bordo superiore che combacia con quello superiore del foglio di cartone. Adesso basta piegare delicatamente il cartone con le mani come se si volesse avvolgere la tela ed avrete l’imballaggio perfetto per quadri di qualunque dimensione!
Provare per credere! 😉

Stay Tuned!

!!!Nuovo Libro Instant Pop Art!!

Leggilo Gratis su Amazon con Kindle Unlimited attivabile da qui https://amzn.to/3bsGUMy

Eh ri-buongiorno a tutti!!! 😀

Siamo oggi qui riuniti per ultimare il nostro percorso che riguarda i metodi per trasferire il nostro bozzetto o la nostra stampa con un bel disegno su tela. L’ultimo metodo è uno dei più antichi… si tratta della famosissima carta carbone!

Prima però… un breve riepilogo delle puntate precedenti!!! 😀

Cosa è la carta carbone?

La carta carbone non è altro che un foglio molto sottile di pellicola che, da un lato, ha applicato un velo di carbone appunto. Questo metodo dovrebbe essere conosciutissimo perchè, quando si è molto piccoli, alle elementari soprattutto, fanno iniziare così i bambini a disegnar (brutto errore).

Cos’è la carta di grafite?

La carta grafite è esattamente la stessa cosa della carta carbone ma, al contrario della precedente, trasferisce il disegno in modo più pulito perchè, al posto del velo di carbone, ha un velo di grafite che è la stessa composizione delle comuni matite. Il carbone, infatti, tende a sporcare un po’ e si deve stare molto attenti quando lo si usa. La carta grafite invece, proprio per la sua composizione, ha bisogno di meno accortezze.

Come si trasferisce un disegno su tela con la carta carbone o con la carta di grafite?

Come nelle migliori infanzie 😀 Basta apporre la carta carbone sulla tela dal lato del carbone e, su questo, dal lato del foglio di carta non trasferibile si mette il disegno da ricalcare. Eh si, dopo che passerete con una matita a punta dura, o una penna, tutti i contorni del disegno che volete trasferire su tela, avrete un vero e proprio ricalco dell’originale su cui potete lavorare tranquillamente.

Ultime accortezze per trasferire il disegno su tela:

Ricordatevi di fissare, magari con dello scotch di carta, sia il foglio di carta carbone, sia il foglio del disegno da ricalcare, in modo da non avere risultati astratti alla Kandinskj 😀 e ricordate, inoltre, di utilizzare la carta grafite se avete timore di sporcare eccessivamente la tela! SBIZZARRITEVI!!!

Un abbraccio!

Ci vediamo al prossimo appuntamento con il Tutorial di come dipingere pop art… Passeremo al COLORE! 😀

!!! Nuovo Libro INSTANT POP ART !!!

Leggilo Gratis su Amazon con Kindle Unlimited attivabile da qui https://amzn.to/3bsGUMy

Come vi avevo accennato nella prima pillola, in cui illustravo più che un metodo una dote, nella seconda pillola, dove illustravo un metodo matematico, e nella terza pillola, dove saper giocare con ago e filo vi sarà utilissimo… Continuiamo a vedere come poter trasferire il nostro disegno dalla carta sulla tela con gli ultimi due metodi…

Terzo metodo: usare un proiettore per pittura.

Eh si lo so! Ai vostri occhi questo sembra il metodo più veloce… Non è proprio così… Sicuramente se si ha una certa dimestichezza con le proporzioni e con il suo posizionamento può agevolare il lavoro ma, inizialmente si ha qualche difficoltà per sistemare il proiettore difronte alla tela cosa che allenerete con il tempo e con il suo utilizzo. Quindi… se le dimensioni del quadro da pingere vi spaventano, se vi hanno commissionato una parete di 3x2mt, se siete pigri… Questo metodo fa per voi! 😀

Cosa è un episcopio? E’ uguale ad un priettore per disegni?

Non tutti sanno che l’episcopio altro non è che quello che viene comunemente chiamato proiettore. Un episcopio può essere chiamato anche proiettore ma non è il suo nome corretto e, se vi trovaste a girare per negozi alla ricerca di questo oggetto, potreste essere fraintesi. La differenza è che l’episcopio è un oggetto creato appositamente per agevolare il lavoro degli artisti quando volevano trasferire il bozzetto, da loro stessi creato, su una parte o tela di vaste dimensioni. Il proiettore è più comunemente usato e conosciuto per proiettare diapositive, pellicole, video o film su appositi supporti.

Come funzionano gli episcopi?

Gli episcopi moderni sono costituiti da un corpo, solitamente di forma piramidale, dove, alla base, si posiziona il disegno da proiettare sulla tela. Il disegno deve essere opaco quindi va benissimo anche stampato su carta o cartoncino preferibilmente bianco. Sulla parte alta della forma piramidale dell’episcopio ci sono una serie di specchi, una lampadina e delle lenti che ci permetteranno di riflettere la nostra immagine sulla tela, sulla tavola, sul muro o su qualunque altro supporto scelto.

Come scegliere un episcopio?

Esistono in commercio abbastanza modelli di episcopi… Un episcopio, come dicevamo, altro non è che un sistema con cui si può riflettere, e quindi proiettare, il nostro disegno su tela, precedentemente disegnato a mano o stampato su carta. Quello che conta, a questo punto, è sceglierne uno che sia funzionale, luminoso e, magari, duraturo nel tempo. 🙂

Lista di episcopi in vendita sul mercato.

Vediamo insieme una lista di proiettori che offre oggi il mercato gentilmente offerta da questo sito web che è stato così minuzioso e specifico che sarebbe un oltraggio scriverne una nuova 🙂 e di cui riporto anche il piccolo ma utilissimo schema riassuntivo.

 

Modello
Area di copia per originali
Lampada
Ingrandimenti
Riduzioni
Proiezione Verticale
Utilizzo consigliato
Tracer Jr.
9×9 cm
20W Basso Consumo
10X
Hobbystico
Tracer
13×13 cm
23W Basso Consumo
14X
Hobby, Decorazione; ecc.
Reflecta XL
15×15 cm
300W Alogena
30X
Trompe l’oeil; Grafica; Artigianato; Illustrazione; ecc.
Prism
18×18 cm
500W Alogena
20X
O
O *
Decorazione; Grafica; Artigianato; Illustrazione; ecc.
Super Prism
18×18 cm
500W Alogena
20X
O
O *
Trompe l’oeil; Grafica; Artigianato; Illustrazione; Copie d’autore
Designer
15×15 cm
250W Incandescenza
30X
O
O *
Decorazione; Grafica; Artigianato; Illustrazione; ecc.
Designer Master
15×15 cm
250W Incandescenza
30X
O
O +
Decorazione; Grafica; Artigianato; Illustrazione; ecc.
Designer MasterII
15×15 cm
500W Incandescenza
30X
O
O +
Decorazione; Trompe l’oeil; Grafica; Artigianato; Illustrazione; Copie d’autore

 

Costi e caratteristiche degli episcopi.

Ovviamente i costi sono molto variabili in base alle caratteristiche, potete iniziare a farvi un’idea anche solo cercando un pò sul web o su eBay. In linea generale se volete iniziare a piccoli passi potete anche optare per un episcopio economico come i Tracer. Io ne ho uno Tracer da parecchi anni, acquistato a mia volta su eBay, che mi ha dato grandi soddisfazioni. E’ vero che i Tracer proprio per la loro economicità hanno bisogno di maggiori accortezze, ad esempio bisogna proiettare nel buio totale altrimenti non vedi nulla, ma il tratto è abbastanza nitido anche a metri di distanza e, sopratutto, è un oggetto molto duraturo! Poi se si vuole già optare per un episcopio medio-avanzato si può scegliere un Prism o, addirittura, Super-Prism… Che sono spettacolari! Si può proiettare anche con luce o penombra, i tratti sono definitissimi e riescono a proiettare anche le più minuziose sfumature di colore!!! Per la durata non vi so dire perchè non li ho mai avuti… Anche se, probabilomente, sarà il prossimo acquisto! 😀

Spero di esservi stata utile!

Al prossimo postsu come trasferire il nostro disegno sulla tela!

Stey Tuned!

Come vi avevo accennato nella prima pillola, in cui illustravo più che un metodo una dote, e nella seconda pillola, dove illustravo un metodo matematico, continuiamo a vedere come poter trasferire il nostro disegno dalla carta sulla tela per poi procedere con la pittura.

Secondo metodo: uncinetto?

Questo è il metodo più usato ed anche il più divertente. Consiste nel suddividere l’immagine da riprodurre con una griglia di quadrati, disegnati con la matita e creati in base alla dimensione della stampa. Generalmente questi quadrati è meglio crearli 1cmx1cm (se l’immagine è abbastanza grande) e verranno riportati sulla tela dove si deve trasferire il disegno. Ovviamente si deve partire dal numero di quadrati creato dalla griglia sulla foto d’origine per poi trasferirli sulla tela dividendo i rispettivi lati della tela per il numero dei quadrati contenuto nella foto della prova digitale. Esempio: avete una immagine di partenza di 5x7cm potete suddividerla con una griglia di 5x5mm ed avremo 10 quadrati sul lato da 5cm e 14 quadratini nel lato da 7cm adesso basta prendere la nostra tela (presumibilmente 50x70cm) e suddividere il lato piu corto per 10 ed il lato piu lungo per 14 in modo da sapere ogni quando dobbiamo tirare una retta per suddividere lo spazio della tela. E qui viene il bello!!!! 😀 la creazione della griglia sulla tela non avviene con la matita che magari potrebbe macchiare la tela, soprattuto se si ha intenzione di usare colori chiari che verrebbero sporcati dalla matita scura o se si ha intenzione di lasciare il bianco della tela in evidenza, ma avviene attraverso dei fili di cotone abilmente tirati con delle puntine posizionate ad una distanza, l’una dall’altra, che abbiamo ricavato dividendo i lati per il numero di quadrati creati nell’immagine di riferimento.

Tutto chiaro?

Se avete dubbi, incertezze o domande varie, scrivetemi pure!

Stay Tuned!

Come vi avevo accennato nella prima pillola, in cui illustravo più che un metodo una dote, continuiamo a vedere come poter trasferire il nostro disegno dalla carta sulla tela per poi procedere con la pittura.

Primo metodo: moltiplicazioni artistiche 😀

Come siete messi con la matematica??? 😀 Questo metodo mi fu insegnato da mio zio, un grande pittore catanese ormai scomparso, e consiste nel misurare la prova digitale pop art precedentemente stampata, e dividere la dimensione della tela per quelle della prova stampata in modo da trovare un minimo comune denominatore per cui moltiplicare tutte le spaziature dei contorni del disegno e riportarlo, in scala, sulla tela. Altamente sconsigliato a chi non ha molta dimestichezza con la matematica (vedi la sottoscritta) anche se puo risultare divertente nel momento in cui esce fuori un disegno astratto piuttosto che un dipinto pop art 😀

E per questa pillola è tuto!!! Arrivederci al prossimo metodo!

Stay Tuned!

Come trasferire il vostro disegno sulla tela: quattro metodi diversi in pillole!

Ci sono almeno quattro tecniche per assicurarsi che la prova digitale del tuo quadro Pop Art possa essere trasferita perfettamente ed integralmente in tutte le sue proporzioni sulla tela, noi le illustreremo tutte nei minimi dettagli, dando anche qualche consiglio e suggerendo qualche trucchetto per evitare problemi, errori, o danni al colore quando lo appiccheremo.

Bene, si inizia!!! 😀

Metodo zero, il più arduo: le misurazioni ad occhio.

Beh, questo non è un vero e proprio metodo… È piu un dono di natura o una attitudine sviluppata con l’allenamento 🙂 …se vi accorgete che date molta attenzione ai dettagli, che azzeccate le proporzioni di un oggetto o ne indovinate le misure, provate a copiare tutto il contorno della figura su tela (magari prima provate a fare il disegno su cartoncino per misurare la percentuale d’errore) se siete bravi allora non avete bisogno di andare avanti a leggere questo tutorial 😀 altrimenti, i successivi punti in elenco, illustrano i tre metodi tipici.

Unico suggerimento? Non partite disegnando prima tutti i contorni esterni… Quando disegnate basatevi sempre su quello che si trova piu vicino a quello che state già disegnando, esempio: se abbiamo un volto e state disegnando l’orecchio non andate all’opposto a disegnare, che so, il contorno delle labbra ma tenetevi sempre nel circondario, passate dall’orecchio alla basetta, al mento e poi alle labbra… Questo vi aiuterà ad avere una giusta trasposizione delle proporzioni.

E per questa pillola è tuto!!! Arrivederci al prossimo metodo! 😀

Stay Tuned!